Vice-Presidente e psicomotricista
Sono diplomata al liceo socio-psico-pedagogico e, fin da allora, desidero dare il mio contributo professionale, al mondo della primissima infanzia.

Ecco perché ho deciso di frequentare il corso triennale di psicomotricità.

Questo mi ha permesso di scoprire e studiare una disciplina: la psicomotricità, che, accogliendo il bambino, in un ambiente pensato per il suo sviluppo psicomotorio, rispettando la sua globalità e all’interno di una relazione sicura, sostiene il processo di sviluppo del bambino.
Disciplina, che ha bisogno di essere interiorizzata e vissuta, rispettando la propria predisposizione personale e le proprie idee, un vero e proprio percorso di conoscenza, prima di se stessi, poi dell’altro.

Durante il mio percorso formativo, seguendo l’intuizione e l’entusiasmo della mia collega e amica Alice Gregori, sono venuta a conoscenza dell’approccio Pikler e del valore di un’educazione attiva.

Grazie a questi approfondimenti, alla partecipazione di seminari e alla mia esperienza lavorativa, come educatrice nido, ho potuto constatare quanto la società di oggi e il sistema educativo non rispettino il naturale sviluppo motorio del bambino, cercando di affrettare l’acquisizione di movimenti, tramite interventi diretti.

Far parte del team di Emmi’s care, mi ha permesso di approfondire gli studi e le ricerche sull’educazione attiva, sull’approccio Pikler e all’interno delle nostre iniziative, desidero accompagnare genitori e bambini in uno spazio, che gli possa permettere l’acquisizione libera dei movimenti, nel pieno rispetto dei suoi tempi, all’interno di ambiente educativo accogliente e pensato.